Skip to content
LA TONNARA RACCONTA
LA SICILIA DI UNA VOLTA

La Sicilia è piena di tonnare che in passato rappresentavano una delle voci più importanti dell’economia regionale.

Ce ne sono ovunque, da Palermo fino alla punta più a sud dell’Isola, a Capo Passero. La maggior parte degli stabilimenti presenti in Sicilia sono in stato di abbandono.

Alcune di questi però sono stati recuperati su iniziativa dei privati, cambiandone la destinazione d’uso e inaugurando una vera e propria seconda vita. Risalente al 1789, la Tonnara di Sciacca è una di queste.

È una delle più antiche presenti in Sicilia ed oggi rappresenta un sapiente esempio di recupero di un manufatto di archeologia industriale sulla costa.

UN PICCOLO GIOIELLO RECUPERATO SULLA COSTA

La Tonnara è un luogo ricco di storia e tradizione posizionato su una delle spiagge più belle del Mediterraneo. Esistono due tipi di tonnara:

  • Tonnara “di andata”: si trova nella costa occidentale della Sicilia e catturavano i tonni carichi di energia e uova, provenienti dallo Stretto di Gibilterra;
  • Tonnara “di ritorno”: csi trova sul versate sud-orientale della Sicilia. In questo caso si pescano i tonni che rientravano dal Mediterraneo e che erano “sfuggiti” alle tonnare di andata.

Lo stabilimento di Sciacca era una tonnara di “ritorno”.